Il Corridoio

SI CONOSCE CAMMINANDO…

Ispirati dalla creatività e dalla forza del messaggio artistico che si respira in tutto il territorio campano, il corridoio della Chaja art&relais ospita l’Arte che diventa parte integrante del progetto di ospitalità.
Mosaici e dipinti dell’artista stabiese Luca de Martino, che ci svela forme, colori e materiali del territorio, sono esposti lungo le pareti del corridoio per accompagnare l’ospite nella conoscenza dei nostri luoghi in un intrigo tra arte e realtà.

Biografia dell'artista

Vita e opere di Luca de Martino

Nato a Vico Equense nel 1971, vive e lavora a Castellammare di Stabia (NA). Laureato con lode in Architettura alla Federico II di Napoli, è un artista autodidatta che durante il suo percorso ha avuto la fortuna di frequentare due maestri di fama internazionale: lo stabiese Enrico De Cenzo e lo spagnolo Pedro Cano.

Luca predilige dipingere con colori ad olio o con smalti e dal 2013 realizza quadri e mosaici utilizzando la sabbia nera del Vesuvio (sui cui depositi si è sviluppata gran parte della sua città), pietre e vetri levigati dal mare raccolti sulle spiagge.

Numerose sono state le sue mostre in Campania ed ha partecipato ad importanti esposizioni a Roma, a Lecco, a Mantova e nel 2016 è stato uno dei protagonisti della VIII Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea di Ferrara.

Luca De Martino

Le opere esposte alla Chiaja

Utilizzo nelle mie opere la “sabbia nera del Vesuvio” della spiaggia di Castellammare di Stabia perché è la “terra” su cui si è sviluppata nei secoli la nostra città. Sabbia mortificata così come è stata mortificata la nostra terra (come tutto il meridione) dalla storia italiana.

Restituire dignità alla sabbia della spiaggia di Castellammare di Stabia sublimandola con l’opera d’arte è restituire dignità ad un popolo laborioso ed un invito a questo a risollevarsi (Minotauro)